Premio Maurizio Maestrelli: parata di stelle a Fiuggi

Categories: Uncategorized

c683e61c-2e76-4514-9844-84cd8c5d9088

Ouverture di lusso dell’11° torneo internazionale Lazio Cup  con la consegna dei 13 premi intitolati a Maurizio Maestrelli. Teatro Comunale di Fiuggi gremito nonostante la pioggia incessante che ha costretto gli organizzatori della Mondosport  Events a cambiare la location dell’evento, che secondo il programma ufficiale avrebbe dovuto svolgersi alla Fonte Bonifacio VIII. Tanti i big del calcio, del giornalismo e non solo, che hanno calamitato l’interesse dei mass media nazionali e locali. A  presentare la serata il giornalista Jacopo Volpi che, poi in tarda serata, si è collegato in diretta dalla  splendida cornice del Club House del Golf  Club di Fiuggi con lo speciale Coppa Italia della Rai.

Insomma una magnifica cornice per un avvenimento che, di anno in anno , riscuote sempre maggiore successo e, soprattutto, unanimi consensi. Una serata che ha tenuto incollata alla poltrona una platea attenta  che ha seguito con grande interesse le parole delle personalità che si sono succedute sul palco, le quali hanno tutte “regalato” autentiche chicche sia di calcio mercato, ma anche di programmi societari. Senza dimenticare la bella sfilata delle squadre che, al suono degli inni, hanno ritirato sul palco, riscuotendo il doveroso applauso, la loro targa ricordo: Sassuolo, Rfs Riga, Ternana, Rappresentativa Lega Nazionale Dilettanti, Lazio, Shakhtar Donetsk, B Italia, Crotone, Krasnodar,  Rappresentativa Lega Pro, Caf Canadian, Torino, Frosinone e le tre dilettantistiche locali Valcomino, Villalba e Tor di Quinto.

Dopo i discorsi di rito (Giulio Halasz, presidente dei tornei Lazio Cup, Francesco Tarricone, commissario straordinario del comune di Fiuggi, Carlo Marai, amministratore delegato di Atf Fiuggi, Giuseppe Benedetti, sindaco di Casalattico e Pietro Scrocca, presidente del Villalba), via alle premiazioni. Primo atto i cinque riconoscimenti: Daniele Arrigoni (allenatore della Rappresentativa Lega Pro),  Francesco Statuto (allenatore della Lega Nazionale Dilettanti), Giuseppe Incocciati (ex calciatore di Napoli, Milan, insomma vecchia gloria della Fiuggi calciofila), Renato Rea (sindaco di Arpino e presidente del Certamen Ciceronianun Arpinas) e Vincenzo Maiuri (allenatore, protagonista di una storia di autentico fair play in serie D).

Ma il “pezzo forte “ della serata era rappresentato dalla consegna dei premi Maurizio Maestrelli, tradizionale appuntamento che si svolge annualmente.  Qualche defezione (Nicolò Barella, Simone Verdi, Marco Giampaolo che hanno comunque mandato un video di ringraziamento), mentre il presidente della Lega di Serie B, Mauro Balata, a causa di improrogabili impegni istituzionali, era riuscito ad arrivare solo nel primo pomeriggio a Fiuggi per ricevere il meritato riconoscimento.

Ad aprire la sfilata dei big Emiliano Bigica, ex capitano del Bari ed attuale tecnico della Fiorentina Primavera. Poi è stata la volta del vicepresidente della Federazione cinese, Cai Yong, che ha ricevuto l’ambito premio da Carlo Marai, amministratore delegato della Atf Fiuggi. Alessandro Natalizia, torinista doc, ha premiato Massimo Bava, responsabile del settore giovanile del Torino, mentre  l’agente Fifa croato, Marko Naletilic, ha ricevuto il premio da Fabio Massimo Splendore del Corriere dello Sport.

Quaterna finale col botto: il presidente del Frosinone, Maurizio Stirpe, premiato da Giulio Natalizia, fresco numero uno  di Unindustria Giovani; Xavier Jacobelli, direttore di Tuttosport, premiato da Antonio Barillà de La Stampa; Mauro Baldissoni, direttore generale della Roma, premiato da Salvatore Gualtieri, direttore marketing e affari istituzionali del Frosinone; Piero Ausilio, direttore sportivo dell’Inter, premiato da Giulio Halasz e Giuseppe Benedetti.

Ancora una volta manifestazione riuscita  e un arrivederci al prossimo anno con la speranza di portare a Fiuggi altre personalità di spicco.